Since 2010

“Terribile Splendore”, tennis e politica negli Anni 30

In Costume&Società - Customs&Society, Sport on maggio 13, 2014 at 9:25 pm

Chi non lo conosce, penserà che “Terribile Splendore – La più bella partita di tennis di tutti i tempi” sia una lunga cronaca (sono 376 pagine) di un incontro di tennis dell’anteguerra. Ed invece la lettura di questo libro di Marshall Jon Fisher è consigliata soprattutto a chi di tennis non se ne intende.

È il 20 luglio 1937 e a Londra, nel leggendario teatro di Wimbledon, si affrontano Stati Uniti e Germania nella finale Interzone di Coppa Davis. All’epoca la squadra campione in carica – in questo caso la Gran Bretagna –  era ammessa direttamente alla finale, ed il resto del mondo poteva sfidarla dopo aver superato tutti i turni preliminari. Eppure nel 1937 quella fra Stati Uniti e Germania sa tanto di finale anticipata: Fred Perry, il campionissimo inglese tre volte vincitore di Wimbledon tra il 1934 ed il 1936, è passato professionista, rinunciando alla possibilità di competere nei tornei Open, Coppa Davis compresa, ed i suoi connazionali non sembrano in grado di poter fronteggiare squadre che vantano Donald Budge da una parte e Gottfried Von Cramm dall’altra.

Budge è statunitense, ha vinto un mese prima il torneo di Wimbledon e nel 1938 diventerà il primo uomo capace di completare il Grande Slam (vincere i quattro tornei più importanti nello stesso anno); Von Cramm è invece tedesco, ha vinto due volte il Roland Garros e gioca per sopravvivere, perché pur incarnando perfettamente la razza ariana tanto propagandata dal mitomane che governa la sua nazione, è contrario al regime nazista e per di più è omosessuale.

Siamo sul due pari, con Budge e Von Cramm che hanno vinto facilmente i rispettivi singolari, con gli americani capaci di imporsi nel doppio, e con Henner Henkel, numero due tedesco, che sconfigge Bryan Grant, punto debole della squadra a stelle e strisce. Quella fra Von Cramm e Budge è pertanto la sfida decisiva: chi vince al 99% regalerà alla sua patria la Coppa Davis. E a rendere più affascinante il tutto, la presenza in tribuna di Bill Tilden, il giocatore di tennis più grande e più chiacchierato di sempre. Tilden, americano, allena segretamente i tedeschi.

Il libro si divide in cinque capitoli, ciascuno dedicato ai cinque set che Von Cramm e Budge giocano sul Campo Centrale di Wimbledon, gremito da 15.000 spettatori entusiasti pur non essendoci inglesi in campo. Ma l’autore non parla soltanto dell’esito della partita, anzi. Ogni set, ogni punto, ogni episodio è un pretesto per parlare di una storia, di un evento che ha contraddistinto la vita dei tre protagonisti di questa partita, dalla drammatica infanzia di Tilden all’infortunio che trasforma Budge da giocatore di baseball a tennista. Fino alla telefonata di Hitler che incita Von Cramm pochi minuti prima di scendere in campo.

Questo è “Terribile Splendore”, un viaggio fra sport e politica degli anni Trenta, un libro che fa conoscere agli appassionati di tennis le tensioni internazionali che porteranno alla Seconda Guerra Mondiale e fa emozionare gli appassionati di storia per una partita di tennis. Per la cronaca, Von Cramm vince i primi due set, prima che Budge recuperi e porti la sfida al quinto. Qui Von Cramm prende un break di vantaggio che lo lancia sul 4-1. Poi… poi, se siete arrivati a leggere fino a questo punto, vuol dire che vi siete appassionati alla più bella partita di tennis di tutti i tempi, ed il risultato potete reperirlo facilmente da soli.

Jacopo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: